Federanziani

Sanità in Cifre

figli e famiglia

Il Giornale del Web

Family Tv

Punto Insieme Sanità: Fare aderenza - 25 marzo 2015

 

25 marzo 2015 - Roma

Rome Marriott Park Hotel

    Via Colonnello Tommaso Masala, 54

 

Appropriatezza e Aderenza: un binomio imprescindibile

La spesa sanitaria pubblica in Italia rispetto al PIL è dello 0,6% superiore alla media EU (7,4% versus 6,8%); la popolazione anziana è in incremento progressivo, con un costo medio sanitario pro capite 4,3 volte superiore rispetto ad un “under 65”. Oggi più che mai il Sistema Sanitario Nazionale si pone il problema della sostenibilità. Si stima che nei prossimi 10 anni sia necessaria una riduzione “a valore reale” della spesa di 15-20 miliardi di euro.

L’appropriatezza prescrittiva del medico e l’aderenza del paziente alla terapia sintetizzano una corretta e responsabile presa in carico e rappresentano una leva fondamentale per l’ottimizzazione della spesa ed il conseguimento, se possibile, di un risparmio. L’appropriatezza e l’unicità di percorsi diagnostico terapeutici consentirebbe una corretta ed omogenea presa in carico del paziente secondo linee guida condivise a livello nazionale, con una riduzione delle prescrizioni incongrue, una riduzione del costo della medicina difensiva ed un risparmio compreso tra i 16 ed i 22 miliardi di euro. Studi condotti in Italia sull’aderenza alla terapia, sulla base di quanto già misurato negli Stati Uniti, evidenziano uno spazio potenziale di riduzione della spesa sanitaria pubblica fino a 15 miliardi di euro, attraverso la riduzione delle complicanze, minori accessi ospedalieri e di pronto soccorso ed un costo sanitario pro-capite più contenuto.

L’impegno nel contenimento della spesa sanitaria diventa ancor più necessario se si considera che il 45% degli italiani sia affetto da almeno una patologia cronica e che negli “over 65” l’incidenza delle patologie croniche salga fino a 82%; solo il 38% dei pazienti sono strutturalmente presi in carico dal Sistema Sanitario e l’aderenza alla terapia è mediamente pari al 45%.

 

L’impegno di FederAnziani Senior Italia

La sfida della sostenibilità del Sistema Sanitario Nazionale passa attraverso una evoluzione dello stesso in un modello prevalentemente focalizzato in una organizzazione ospedaliera di eccellenza, la corretta presa in carico della cronicità, una riorganizzazione del servizio territoriale, il potenziamento della medicina d’iniziativa ed una fortificazione del ruolo delle farmacie; la popolazione “over 65” utilizza il 72% della spesa sanitaria per cronicità. Pertanto l’obiettivo di una corretta presa in carico del paziente anziano, così come l’ottimizzazione delle risorse, rappresenta la sfida di FederAnziani Senior Italia.

In occasione di Punto Insieme Sanità del 19 giugno 2014, FederAnziani Senior Italia ha affrontato in modo specifico il tema dell’aderenza alla terapia, stilando congiuntamente a Aifa, FIMMG e Federfarma un documento che esprime le linee guida da perseguire per conquistare una maggiore aderenza alla terapia.

Durante il Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute di fine novembre 2014, FederAnziani Senior Italia ha organizzato un gruppo di lavoro composto da autorevoli professionisti nazionali ed internazionali - S.A.B.A., Strategic Advisory Board on Adherence - e ha prodotto una “Agenda Strategica per l’Aderenza”, identificando e delineando le principali “issues” da presidiare al fine di conseguire un reale miglioramento del grado di aderenza alla terapia.

In occasione di Punto Insieme Sanità (25 marzo 2015), coerentemente al proprio spirito “orientato al fare”, FederAnziani Senior Italia intende arrivare a trasformare tale Agenda Strategica in un Piano Operativo di Azione sulle patologie croniche, coniugando l’impegno di Aifa, FIMMG, Federfarma e delle Società Scientifiche specifiche nell’implementare operativamente le azioni necessarie e conseguire gli obiettivi: appropriatezza, aderenza ed ottimizzazione/contenimento dei costi del Sistema Sanitario.

Punto Insieme Sanità 25 marzo 2015

L’obiettivo di Punto Insieme Sanità è stato quello di arrivare a condividere rispetto alle principali patologie croniche, in armonia con tutte le Istituzioni coinvolte - Aifa, FIMMG, Federfarma, Società Scientifiche, Regioni - azioni e progetti concreti volti a permettere il conseguimento di una appropriatezza prescrittiva ed un grado adeguato di aderenza alla terapia, soprattutto nel paziente cronico anziano.

Rispetto alla specificità delle diverse patologie, coerentemente alle Linee Guida e all’Agenda Strategica precedentemente identificata, sono stati approfonditi alcuni temi specifici:

- appropriatezza prescrittiva, ruolo del mmg e dello specialista;

- percorsi diagnostico terapeutici nazionali, unici condivisi;

- consenso informato unico nazionale per atto medico;

- il ruolo del medico di medicina generale nella presa in carico del paziente;

- il ruolo della farmacia nella presa in carico del paziente;

- aderenza alla terapia: programmi e soluzioni a confronto;

- tecniche e device per il monitoraggio dell’aderenza alla terapia;

- il piano terapeutico individualizzato.

Sulla base dei risultati di Punto Insieme Sanità, FederAnziani Senior Italia avvierà nel 2015 dei progetti pilota sul territorio nazionale in collaborazione con le Istituzioni coinvolte, i cui dati verranno presentati al prossimo Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute nel novembre prossimo, al fine di avviare un percorso strutturato di riforma del Sistema Sanitario Nazionale.

 

SCARICA IL PROGRAMMA

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

 

RISULTATI "PUNTO INSIEME SANITA': FARE ADERENZA" 25 MARZO 2015:

- Tavolo Tecnico CARDIOCIRCOLATORIO

- Tavolo Tecnico DERMATOLOGIA

- Tavolo Tecnico METABOLICO

- Tavolo Tecnico ONCOLOGIA

- Tavolo Tecnico PSICHIATRIA

- Tavolo Tecnico RESPIRATORIO

- Tavolo Tecnico UROLOGIA

 

 

Registri della salute

Un progetto di valutazione della prevalenza delle principali patologie degli anziani.

  • Patologie cardiocircolatorie
  • Patologie respiratorie
  • Patologie oncologiche
  • Patologie urologiche
  • Patologie osteoarticolari
  • Diabete e dialisi
  • Dolore cronico

310.675

Questionari raccolti