Federanziani

Sanità in Cifre

figli e famiglia

Il Giornale del Web

Family Tv

FederAnziani a Istituzioni Sanitarie: creare Carta dei Diritti per Anziani Istituzionalizzati


FederAnziani plaude ai NAS per i primi 100 controlli eseguiti nelle residenze per anziani, che hanno evidenziato numerose infrazioni di carattere igienico-sanitario, amministrativo e di rilevanza penale. Al contempo FederAnziani esprime la sua più totale indignazione per il fatto che tali controlli siano esclusivamente espletati dalle Forze dell’Ordine, mentre gli organi preposti non eseguono verifiche con regolarità, costanza, dovizia e soprattutto con il doveroso rispetto nei confronti delle persone più fragili, perlopiù non autosufficienti, a volte incapaci di intendere e di volere. “Occorre discontinuità” affermano il Presidente di FederAnziani Roberto Messina ed il Prof. Giuseppe Pozzi, Presidente della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute, “tale discontinuità occorre ricercarla nell’immediata istituzione di una Carta dei Doveri per coloro che erogano questa tipologia di servizi, siano essi in regime di remunerazione DRG o privata”. “L’Italia”, proseguono i presidenti Messina e Pozzi, “ha bisogno di un radicale cambiamento in ambito di Diritto alla Salute che viene calpestato quotidianamente proprio nei confronti degli anziani, i soggetti più deboli, privi di capacità di contestazione e di difesa della loro dignità umana”. “Infine”, concludono i Presidenti Messina e Pozzi, “a Novembre presenteremo la Carta dei Diritti degli Anziani Istituzionalizzati e dei Doveri degli Erogatori di tali servizi, che se approvata dall’assemblea generale composta dai 6.000 delegati di FederAnziani in occasione del Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute che si terrà a Rimini dal 28 Novembre al 1 Dicembre, costituirà la difesa in ogni sede e luogo del rispetto del Diritto inalienabile della Salute, alla dignità della persona e alla vita”. Roma, 5 Agosto 2013

Categoria: Comunicati Stampa

Registri della salute

Un progetto di valutazione della prevalenza delle principali patologie degli anziani.

  • Patologie cardiocircolatorie
  • Patologie respiratorie
  • Patologie oncologiche
  • Patologie urologiche
  • Patologie osteoarticolari
  • Diabete e dialisi
  • Dolore cronico

310.675

Questionari raccolti