Federanziani

Sanità in Cifre

figli e famiglia

Il Giornale del Web

Family Tv

FederAnziani a Ministro Salute e DG Aifa: tavolo urgente per soluzioni comuni


“FederAnziani chiede l’istituzione immediata di un tavolo urgente per la risoluzione delle problematiche per la prescrizione dei nuovi farmaci contro il diabete”. Lo dichiara il Presidente di FederAnziani, Roberto Messina, che ricorda sia al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin sia al Direttore Generale Aifa Luca Pani che le decisioni in merito coinvolgono milioni di cittadini, perlopiù anziani, che per primi, unitamente ai lavoratori, pagano le tasse. Gli anziani sono stanchi di essere costantemente salassati dal fisco e di lasciar decidere gli altri con provvedimenti perlopiù scritti contro di loro. FederAnziani, la federazione delle associazioni della terza età, rappresenta oltre 3 milioni di Italiani, molti dei quali, per caratteristiche anagrafiche, sono malati di diabete. Secondo recenti dati pubblicati, infatti, una persona su quattro con diabete di tipo 2, cioè oltre 700.000 persone, ha più di 65 anni. Secondo quanto denunciato dalle associazioni scientifiche SID e AMD, le restrizioni in corso di discussione da parte dell’agenzia del farmaco “impedirebbero di fatto a moltissime persone - in particolare i soggetti fragili, a rischio di crisi ipoglicemiche, che possono avere conseguenze anche fatali - di poter godere di vantaggi offerti da trattamenti innovativi per motivi non di natura clinica, ma meramente economica”. FederAnziani ritiene che tale decisione, finirebbe per ledere il sacrosanto diritto degli anziani a godere delle migliori cure disponibili secondo quanto sancito dall’articolo 32 della Costituzione, che a buona memoria di tutti, riportiamo integralmente: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.” FederAnziani, anche attraverso la Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute, l’organismo nazionale preposto alla tutela del diritto alla salute dei cittadini e all’elaborazione di proposte per un Servizio Sanitario Nazionale migliore e al tempo stesso sostenibile, ha sempre evidenziato che ogni scelta, soprattutto di natura regolatoria debba tutelare il diritto alla migliore cura possibile per i cittadini. FederAnziani chiede pertanto al Ministro della Salute e al Direttore Generale Aifa la pronta istituzione di un tavolo di confronto sulla materia per la tutela delle persone anziane con diabete, da estendere alle parti scientifiche. FederAnziani avverte però che qualora il tavolo non fosse istituito sarà costretta a tutelare i diritti dei cittadini nelle opportune sedi, avendo ricevuto mandato a rappresentarli. Roma, 20 maggio 2013 Ufficio stampa Eleonora Selvi +39.06.87756407 +39.366.9847893

Categoria: Comunicati Stampa

Registri della salute

Un progetto di valutazione della prevalenza delle principali patologie degli anziani.

  • Patologie cardiocircolatorie
  • Patologie respiratorie
  • Patologie oncologiche
  • Patologie urologiche
  • Patologie osteoarticolari
  • Diabete e dialisi
  • Dolore cronico

310.675

Questionari raccolti